piazza-sivieri follonica

Follonica

Pubblicato il Pubblicato in città località frazioni

Con 21.605 abitanti (al 31 dicembre 2015), Follonica è la seconda città della provincia di Grosseto. Situata al centro dell’omonimo golfo, è una città relativamente giovane, che si è sviluppata a partire dalla prima metà dell’Ottocento in coincidenza con l’apertura delle Reali Fonderie da parte di Leopoldo II di Toscana. Lo stesso granduca visitò la città il 10 maggio 1838 per l’inaugurazione della chiesa di San Leopoldo, ancora oggi la parrocchia principale di Follonica. Lo sviluppo del villaggio fu legato per oltre un secolo alla lavorazione della ghisa nel comprensorio dell’ex Ilva, oggi sede di scuole, biblioteca e fonderie utilizzate per eventi culturali.
Originariamente incluso nel comune di Massa Marittima, Follonica fu il primo comune italiano costituito durante il regime fascista, nel 1923. Il territorio comunale è di appena 55 chilometri quadrati e si estende poco oltre il centro urbano, confinando a nord con la provincia di Livorno.
La città è uno dei principali centri di riferimento della provincia di Grosseto per il turismo balneare, grazie alla bellezza delle acque: dal 2000 Follonica è regolarmente premiata ogni anno con la Bandiera Blu da parte della Fee. Particolarmente caratteristiche sono anche le pinete di Ponente e di Levante, a ridosso del litorale, con aree giochi per i bambini.

 

 

LUOGHI DI INTERESSE

  • Chiesa di San Leopoldo: è l’unica chiesa italiana con il pronao (il frontone) in ghisa. Fu consacrata il 10 maggio del 1838.
  • Comprensorio ex Ilva: per decenni il cuore della città, è oggi un’area prevalentemente verde dove si trovano ancora molti degli edifici un tempo utilizzati per la lavorazione della ghisa, alcuni in decadenza, altri utilizzati o ristrutturati: di sicuro interesse il Magma (Museo delle arti in ghisa della Maremma), ubicato nell’ex forno di San Ferdinando; la Fonderia 1, ristrutturata nel 2015 e destinata ad attività formative; la Fonderia 2, che dopo diverse azioni di restauro è oggi l’unico teatro comunale che ospita una rassegna invernale; il cancellone monumentale in ghisa.
  • Senzuno: è il quartiere storico della città, nel quale sono ancora presenti caratteristici vicoli a ridosso del mare. La strada principale, viale della Repubblica, conduce verso il Puntone di Scarlino costeggiando l’ex colonia marina, che un tempo ogni estate ospitava centinaia di bambini in vacanza nel golfo.

 

 

LA CARATTERISTICA

  • Follonica possiede un lungomare che si estende per diversi chilometri, da sud a nord della città, in gran parte caratterizzato da percorsi pedonali e ciclabili. Un luogo ideale dove passeggiare con la famiglia, dedicarsi alle attività sportive come il jogging o il pattinaggio, rilassarsi a stretto contatto con l’ambiente e in particolare le pinete e le dune sabbiose di Pratoranieri.

 

 

EVENTI FISSI

  • Il Carnevale Follonichese: dal 1949 Follonica ospita nei mesi di gennaio e febbraio (le date vengono decise ogni anno) tre sfilate dei carri allegorici nel circuito collocato nel centro cittadino. Vi prendono parte il carro di Re Carnevale e quelli dei rioni follonichesi (167 Ovest Campi Alti al Mare, Capannino, Cassarello, Centro, Chiesa, Pratoranieri, Senzuno, Zona Nuova), alcuni dei quali oltre a costruire il carro organizzano anche mascherate a terra. La manifestazione prevede anche varie iniziative collaterali tra cui la Coppa Carnevale di pesca subacquea e alcune mostre. Negli ultimi anni è stata ripresa la consuetudine di organizzare una sfilata anche durante il periodo estivo.
  • I fuochi artificiali: ogni 14 agosto Follonica celebra il Ferragosto con uno spettacolo pirotecnico a mezzanotte, sul lungomare nella zona centrale.
  • Il Follos: ogni anno a maggio viene ricordata la visita del granduca Leopoldo nel maggio del 1838 con un corteo storico in costume, la sfida di tiro alla fune tra i rioni follonichesi di metà Ottocento e alcune iniziative culturali e folkloristiche.

 

 

LO SPORT

  • L’hockey su pista: Follonica è anche nota come la “città dell’hockey”, una disciplina che sin dagli anni Cinquanta del secolo scorso è parte integrante della città. Il Follonica Hockey, fondato nel 1952 (colori sociali bianco e azzurro) è l’unica squadra italiana ad aver vinto la Coppa Campioni (Eurolega) e la Coppa Intercontinentale, merito del ciclo d’oro di inizio millennio che ha portato in bacheca numerosi trofei. Il palmares del club comprende 4 scudetti (2005, 2006, 2007 e 2008); 8 Coppe Italia (1977, 1982, 2005, 2006, 2007, 2008, 2009, 2010); una Coppa Campioni (2006), una Coppa Intercontinentale (2007), una Coppa Cers (2005), 3 Supercoppe Italiane (2005, 2006, 2008), una Coppa di Lega (1985).
  • La pallamano: altra disciplina storica di Follonica è la pallamano, praticata sin dalla fine degli anni Settanta. Il boom del movimento portò il club alla promozione in Serie A negli anni Ottanta. Dopo la fine del periodo d’oro e la scomparsa della società, il movimento ha vissuto un’importante ripresa all’inizio del millennio che ha portato alla ricostituzione del club che oggi milita in Serie A2 e vanta un nutrito settore giovanile. Nel 2015 Follonica ha ospitato due partite della nazionale femminile e una delle nazionale maschile, proponendosi per diventare sede di altre partite dell’Italia.
  • La ginnastica artistica: da anni ogni estate Follonica ospita gli allenamenti dell’Italia di ginnastica artistica, che si tengono al Palagolfo. Nel palazzetto ogni agosto l’Italia è protagonista di un’esibizione gratuita per salutare la città, dove le azzurre hanno preparato tutte le imprese della loro storia recente, compresa la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atene del 2004, la medaglia di bronzo a Londra del 2012 e vari titoli Mondiali.